postiit

Uno degli aspetti più interessanti del Business Model Canvas è la possibilità di adattarlo alle proprie esigenze.


Questa è stata una linea ricorrente nella recente Master Class berlinese di Alexander Osterwalder, a cui abbiamo partecipato. Innovatori da tutto il mondo sono venuti per apprendere le diverse declinazioni che il Canvas può garantire, e da parte nostra, in vista dell'imminente uscita italiana di Value Proposition Design, che abbiamo revisionato personalmente, volevamo approfondire direttamente da Alex le implicazioni più importanti, per condividerle con voi nell'imminente workshop di Milano.IMG 1155


Un discorso già presente sul libro Creare modelli di business, sviluppato poi in Value Proposition Design(che, a proposito, ha raggiunto il 1° posto come bestseller nella categoria Customer Service, il 4° posto nella più ampia Marketing & Sales, e continua a scalare la Top 100 di tutti i libri di Business & Money), dicevamo, un discorso che acquista ancora più senso oggi è l'integrazione della cosiddetta suite of tools: il Value Proposition Canvas, il Business Model Canvas e la Mappa dell'Ambiente, una composizione di strumenti integrati tra loro.


Questa integrazione permette di ampliare la propria capacità di innovazione, senza complicare il lavoro. Al contrario: i tre strumenti si integrano a seconda di quanto tu abbia bisogno di allargare o restringere la tua prospettiva.

Cioè, se con il Business Model Canvas puoi definire chiaramente il modello di business della tua azienda e delle sue connessioni interne, con il Value Proposition Canvas (di cui stiamo per dare delle basi in anteprima durante il nuovo workshop) fai uno zoom in sui tuoi clienti e sui prodotti e servizi più adatti alle loro reali esigenze. Invece, con la Mappa dell'Ambiente operi uno zoom out, un allargamento di prospettiva, che ti permette di capire chiaramente l'ambiente, il contesto più ampio in cui si inserisce il tuo modello di business.

Nessun dettaglio viene trascurato.

IMG 1102

Alex naturalmente ha focalizzato l'attenzione di tutti noi sul potenziamento del proprio modello di business. In questo senso oggi possiamo identificare 4 livelli di strategie operate da 4 gruppi di aziende:

  • Strategie di Livello 0 (Gli Inconsapevoli): sono strategie limitate a creare un fit tra prodotto e mercato senza però aver operato alcuna riflessione sul modello di business, né tantomeno sull’ambiente attorno ad esso, errore tipico di molte startup.

  • Strategie di Livello 1 (I Principianti): ottime strategie di partenza, con cui studiare attentamente tutti i punti del proprio modello di business, seppure utilizzandolo soprattutto come una sorta di check-list.

  • Strategie di Livello 2 (I Maestri): a questo livello la strategia studia le relazioni che ogni parte del proprio modello di business ha con le altre, in modo da creare una sorta di “storia” che funzioni in ogni singolo aspetto; in questo gruppo di aziende troviamo business model come Wii, Nespresso e Dell.

  • Strategie di Livello 3 (Gli Invincibili): nome meritatamente altisonante: sono le strategie adottate in business model come Apple e Amazon, cioè business model in continua evoluzione, capaci persino di cannibalizzare se stessi per approdare a modelli di business sempre nuovi, migliori, inattaccabili.

2015 03 13 Le 4 strategieOra che Value Proposition Design è alle porte anche in Italia sarà sempre più semplice per tutti evolvere le possibilità d'uso del Business Model Canvas; possibilità che lo rendono ancora più veloce e semplice da usare, con meno post it e più rapidità nel prototyping, come accenneremo nel prossimo workshop.


Permetteteci di chiudere con una piccola chiosa storica e un'indicazione di direzione futura.

Negli ultimi 2 anni il nostro obiettivo primario è stato quello di portare le aziende italiane ad abbandonare le Strategie di Livello 0 per adottare nuove logiche di innovazione. Pensiamo che oggi, dopo numerosi workshop tenuti in tutta Italia con aziende, organizzazioni e Università pubbliche e private (abbiamo appena saputo di essere stati citati in una tesi di laurea, cosa che riempie di orgoglio), e sapendo che attualmente svariate decine di consulenti sono lanciati a formare sul Canvas e su quelle nostre logiche, sia il momento di spingere sull’acceleratore, per salire di gradino, sempre più verso gli ultimi due livelli di Strategia.


Non è complicato. Anzi, ci sorprende e ci incoraggia come le aziende con cui abbiamo e stiamo applicando il metodo di scalata delle Strategie siano altamente ricettive, sia verso i contenuti che verso i processi di implementazione attiva. Processi che, va ribadito, devono essere parte integrante della vita di un'azienda.


L'innovazione, infatti, dev'essere sempre in moto.



P.S.: pochi giorni, e il workshop inizia. Vuoi sapere qual è l'agenda? Consultala qui. Attenzione però: i posti per partecipare stanno per esaurirsi del tutto; dopo non ci sarà possibile in alcun modo aggiungerne di nuovi. Iscriviti ora!

IMG 1085

Published in blog
Sabato, 29 Settembre 2012 12:03

Business Model Generation

business model generation libroBusiness Model Generation è il libro che detta i fondamenti del Business Model Canvas. È stato pubblicato nel 2010 dopo uno straordinario lavoro svolto dal main team guidato da Alexander Osterwalder, Yves Pigneur e una community internazionale che ha coinvolto 470 esperti e consulenti in giro per il mondo. Il manuale affonda le sue radici nella tesi di dottorato di Osterwalder datata 2004 (The Business Model Ontology), dove viene sviluppato il primo concept del modello.

Non è il solito libro di letteratura manageriale, ma un vero e proprio manuale operativo con strumenti pratici ed efficaci che portano subito il lettore all'azione.

Ha raggiunto la posizione di 4° libro più venduto al mondo su Amazon, nella categia "Sistemi di Pianificazione e Management". Nel novembre 2014 ha superato il milione di copie vendute, tradotte in 30 lingue (la versione italiana Creare Modelli di Business è edita da FAG). creare modelli di business

Business Model Generation ha "generato" un vero e proprio movimento internazionale di esperti ed appassionati del modello. Su Business Model Hub, il network ufficiale creato da Alexander Osterwalder, oggi sono presenti oltre 8.000 imprenditori e consulenti che ogni giorno discutono e sviluppano il modello.

Il Business Model Canvas è ormai entrato nei programmi di formazione universitaria e viene impartito nelle migliori business school del mondo, prime fra tutte Berkeley e Stanford University

Published in bmc
Lunedì, 15 Ottobre 2012 00:00

Business Design Workshop

Beople Facebook OK C 150dpi
Tutti i Workshop dedicati all'innovazione dei modelli di business

Beople ha elaborato una serie di workshop pensati per temi cari ad aziende, manager, imprenditori e startupper che hanno lo scopo di:

  • scoprire nuovi mercati
  • lanciare nuovi prodotti/servizi
  • potenziare il proprio modello di business
  • testare le idee prima di arrivare sul mercato
  • apprendere i principi di condivisione interna e di miglioramento delle risorse

Sono i Business Design Workshop di Beople. 

Chi è Beople?

Beople è il punto di riferimento in Italia per il Business Design: aiuta aziende e persone a innovare e sviluppare nuovi modelli di business, e a produrre innovazioni strategiche in modo veloce ed efficace.

  • Ha ideato e curato i principali portali italiani in materia, tra i quali BusinessModelCanvas.it, PersonalBizCanvas.it, BrandingCanvas.com, PersonalBrandingCanvas.com
  • È revisore tecnico italiano dei best seller internazionali Value Proposition Design, di Alexander Osterwalder, e Business Model You®, di Tim Clark, ideatori del metodo Canvas
  • Diffonde gli strumenti e la metodologia del Business Design realizzando nuovi modelli, mappe visuali e interventi consulenziali e formativi in grandi aziende, organizzazioni e Università di tutta Italia

Dall'esperienza accumulata, dalla continua ricerca e studio, e da migliaia di ore di lavoro sul campo, abbiamo messo a punto i Business Design Workshop.

Cosa si fa durante i workshop?

Tutti i Business Design Workshop sono altamente esperienziali: alle fondamentali basi teoriche associamo esercitazioni pratiche che ti consentono di sperimentare direttamente quanto appreso.

Inoltre Beople vanta un'avanzata conoscenza di case history e interventi riusciti, che permette di citare numerosi esempi pratici di quanto spiegato in aula.

Infine, quasi tutti i workshop prevedono un'applicazione personale di quanto appreso: significa che applichi subito gli apprendimenti direttamente alle tue idee e progetti.

workshop

Quale workshop fa per te?

Diversi workshop hanno diversi obiettivi: scoprili cliccando in basso su ogni singolo workshop.
In generale ciascuno di essi è pensato per sviluppare, migliorare e innovare specifiche strategie fondamentali per:

  •  scoprire nuovi segmenti di clientela da raggiungere e nuovi mercati da presidiare
  •  migliorare il proprio posizionamento rispetto alla concorrenza
  •  identificare le precise richieste del mercato e i prodotti/servizi più adatti da proporre
  •  applicare strategie di lavoro che aumentino ricavi e benefici, e che diminuiscano costi di tempo e risorse
  •  insegnare le logiche e i fondamenti dell’innovazione continua


A chi si rivolgono?

Alcuni workshop sono pubblici, aperti a chiunque voglia apprendere gli elementi essenziali dell'innovazione.
Altri sono pensati per specifiche categorie professionali.
Altri ancora sono costruiti ad hoc in base delle richieste dirette di aziende, organizzazioni e reti d’imprese.

In generale, ai nostri workshop partecipano:

  • Manager
  • Imprenditori
  • Startupper
  • Consulenti
  • Liberi professionisti

Consulta qui sotto i prossimi workshop e iscriviti a quelli che rispondono alle tue esigenze!

Attiva i nostri workshop e usa gli strumenti più efficaci per innovare

Blog banner 

PARTECIPA AD UN
EVENTO IRRIPETIBILE

Milano 6-7 ottobre 2016

La capacità di innovare i modelli di business di Beople si unisce all'esperienza nella formazione manageriale del Sole24ore.

VAI ALLA PAGINA

BMC Special Workshop

INNOVA E POTENZIA LA TUA AZIENDA 

Hai un'azienda? Vuoi formarla sui principi chiave dell'innovazione aziendale e del business modeling? Questo workshop viene costruito direttamente sulla base della tua realtà aziendale.

CONTATTACI ORA

BOLLINO BIZMODELYOU

CREA LA TUA NUOVA CARRIERA

I BMY workshop sono creati per pensare, migliorare e potenziare la propria carriera lavorativa. Sono diversi a seconda che si tratti di manager, liberi professionisti o dipendenti aziendali.

VAI ALLA PAGINA

BANNER WS 2.001

FAI CRESCERE LE IMPRESE DEL TUO CIRCUITO

Costruito su esigenze e obiettivi specifici di Organizzazioni e Associazioni di categoria. Un percorso studiato per arrivare dall'idea al mercato in tempi brevi, rivolto a chi deve rivedere e potenziare l'impresa, sviluppare nuovi prodotti e servizi o avviare spin off e nuovi progetti.

CONTATTACI ORA

 
BANNER WS.001

SUPPORTA NUOVE STARTUP CON UN PROGRAMMA STEP BY STEP

Supporta le startup con un programma di accelarazione step by step. Apprenderanno come conoscere i clienti, calzare prodotti e servizi sulle loro esigenze e testare il mercato col minimo dispendio di risorse. Un percorso già testato in Università, Incubatori e Acceleratori di tutta Italia.

CONTATTACI ORA

Published in bmc
Pagina 1 di 3

RICEVI INFO E CONSIGLI UTILI PER INNOVARE IL TUO BUSINESS

About BMC.it

Il portale businessmodelcanvas.it è un progetto ideato e sviluppato da Beople SRL P.IVA 08529280961 Utilizza contenuti propri e adattati da fonti e materiali con licenza Creative Commons Share-Alike 3.0

il BMC è un modello tratto dal libro Business Model Generation

Ultime news

Contattaci

Vuoi innovare il tuo modello di business e organizzare un workshop all'interno della tua azienda?

Visita il nostro sito beople.it

beople

Sei qui: Home Displaying items by tag: Business Model Generation