postiit

Martedì, 04 Settembre 2012 11:07

Facebook

logo facebookFacebook è il primo sito di social network del mondo: la sua vocazione è quella di rendere il mondo più aperto e connesso.

Facebook ha costruito una piattaforma multi-side che serve differenti segmenti di clienti con differenti value proposition. Facebook aiuta i clienti di internet a restare connessi con i loro amici, familiari e colleghi. Li aiuta a scoprire quello che succede nel mondo intorno a loro, e ad esprimersi condividendo le proprie opinioni, idee, foto e attività. Facebook fornisce inoltre un certo numero di prodotti e funzionalità, gratuiti (o in prova) ai propri utenti tra cui: timeline, foto e video, messaggi, gruppi, liste, eventi, sottoscrizioni, notifiche e pagine personalizzabili.

facebook-canvas

Facebook ha avuto 845 milioni di utenti attivi al mese alla fine del 2011: 100 miliardi di amicizie; 250 milioni di foto caricate ogni giorni; 2.7 miliardi di “mi piace” e commenti al giorno. Più di 425 milioni di utenti attivi lo usano anche sul cellulare. Essendo un’attività che viene condotta regolarmente dagli utenti, facebook è diventato una destinazione attraente anche per le aziende, le agenzie di pubblicità e gli sviluppatori. Facebook infatti offre un ottimo strumento di definizione del target grazie alle infinite possibilità di incrocio di dati su età degli iscritti, il luogo in cui si trovano, educazione, storia lavorativa o interessi specifici. Offre inoltre alla aziende la possibilità di connettere gli utenti ai loro marchi o ad iniziative specifiche predisponendo un ambiente di condivsione e dialogo che rafforza il legame tra brand e clienti. 

Facebook è una piattaforma aperta, offre infatti strumenti che possono essere utilizzati dagli sviluppatori per integrare le applicazioni, per costruire siti personalizzati e sociali, ecc. Inoltre, offre una infrastruttura di pagamento online che consente agli sviluppatori di ricevere pagamenti da parte degli utenti in modo facile da usare.

Mentre le inserzioni restano una fonte primaria di entrate, il contributo dei pagamenti è in aumento costante. I ricavi di pagamenti sono aumentati da circa il 2% nel 2009 al 15% nel 2011. Gli introiti pubblicitari hanno contribuito per l’ 85% dei ricavi totali nel 2011. Facebook infatti sta investendo fortemente sul proprio centro dati per supportare la crescita degli utenti, incrementare le unioni tra di essi e inviare nuovi prodotti. Attualmente il centro dati di facebook conta più di 100 pentabytes di foto e video. Il numero tenderà a crescere maggiormente in futuro mano a mano che gli utenti si connetteranno sul sito. Per supportare questa archiviazione di massa e le esigenze informatiche, Facebook ha costruito e progettato i propri software, server e centro dati da zero. Per incrementare il coinvolgimento degli utenti, inoltre, ha collaborato con aziende come Netfix, Hulu, Spotify, Washington Post fornendo film online, show TV, musica e news. Le loro applicazioni aiutano gli utenti a condividere ciò che stanno guardando, ascoltando o leggendo con i propri amici e famiglie.

(Articolo tradotto ed adattato in italiano, fonte: Business Model Innovation Matters) 

Published in Case Studies
Martedì, 04 Settembre 2012 11:04

Apple

Apple è sinonimo di innovazione.

Come in ogni modello di business vincente gli elementi importanti e da prendere in considerazione sono tanti. Nel caso della Apple possiamo riassumerli in: 

  • novità;
  • design;
  • marchio/status;
  • convenienza/usabilità 

Ogni elemento racconta il successo dell'azienda e sottolinea la grande attenzione posta nella realizzazione di prodotti che soddisfano le esigenze dei numerosi clienti presenti sul mercato. In termini di "NOVITA'", o meglio ancora di innovazione, l'azienda prima trainata da Steve Jobs, risulta davvero un colosso imbattibile. I suoi device hanno contribuito a cambiare le abitudini di consumo del mercato ed hanno reso i competitors degli "inseguitori" di tendenze lanciate dall'azienda stessa. E' stato così per l'iPod, ed ancora di più lo è stato con il lancio dell'iPhone (il caso Apple/Samsung è il più clamoroso) e dell'iPad. Anche il DESIGN diventa un punto forte del modello di business aziendale. In altri tempi la tecnologia non era quasi mai associata al design, alla bellezza, alla ricerca del dettaglio esteriore che rendesse ancora più accattivante un dispositivo tecnologico. Con l'arrivo dei prodotti Apple invece tutto è sinonimo di bellezza e tendenza, tanto che avere un dispositivo della Apple significa appartenere a quella cerchia di eletti che si intende di tecnologia, che ama l'innovazione e la funzionalità, che usa la grafica ad alti livelli (il percepito, da parte del cliente, corrisponde all'unicità, nonostante l'azienda abbia penetrato invece il mercato di massa). Infine l'elemento della convenienza ha permesso la larghissima diffusione dei suoi prodotti sul mercato. L'iPod ha permesso di rendere semplice, veloce e molto più gradevole l'acquisto, il download e l'ascolto di musica. La convenzienza quindi non è da ricercare nel device stesso, che sicuramente ha un prezzo superiore a quello di altri device presenti sul mercato, ma in termini di vantaggi acquisiti una volta che si èin suo possesso. 

La svolta

Nel 2001 Apple decide di lanciare l'iPod, device rivoluzionario perchè permetteva agli amanti della musica di copiare interi cd o scaricare molte ore di musica senza temere la tenuta della batteria. Apple non è stata infatti la prima azienda ad introdurre sul mercato lettori multimediali portatili perchè già altri concorrenti avevano avuto successo prima di lei. La differenza tra l'iPod e gli altr lettori multimediali consisteva però nel poter ascoltare ore della propria musica preferita quasi senza limiti. Al momento del lancio però ancora non erano state sfruttate tutte le potenzialità dell'iPod, cosa che è invece accaduta nel 2003 quando la Apple decide di lanciare finalmente l'iTune Music Store: questo è il momento nel quale l'azienda diventa il più grande rivenditore al mondo di musica on-line. La forza del device sta nel collegamento diretto con lo store musicale iTune perchè permette di collegare in maniera diretta gli acquirenti con coloro che detengono i diritti musicali. Il valore percepito dal cliente diventa così non solo quello di avere musica per tanto tempo ma anche quello di poterla acquistare just in time e di avere accesso quindi anche a tutte le novità a prezzi accessibili. Una rivoluzione.

canvas example apple

La stessa rivoluzione è stata operata dall'azienda quando, nel 2008 decide di lanciare l'App Store ovvero il primo negozio per applicazioni dedicate all'iPhone (altro dispositivo leader nel mercato degli smartphone). La Apple, ancora una volta, decide di accorciare le distanze tra chi sviluppa soluzioni intelligenti e chi le desidera. Qual è il guadagno? Come fa a generare flussi di ricavi da queste transazioni? Esattamente come fa la Visa: ogni applicazione venduta comporta per la Apple un guadagno del 30%. Ma questo non è l'unico vantaggio di questa strategia. Mediando infatti tra sviluppatore e consumatore finale la Apple si assicura il controllo del mercato impedendo, di fatto, ai concorrenti di aumentare il proprio vantaggio competitivo nei confronti del gigante. Vale lo stesso anche per l'iPod: difatto l'iTune Music Store diventa anche un luogo attraverso il quale proteggersi da eventuali aggressioni di mercato perchè il cliente si fidelizza. Per ottenere questo risultato l'azienda ha dovuto anche stringere grandi accordi con i principali produttori musicali per creare la più grande scelta musicale digitale dei nostri tempo.

Guardando la Apple attraverso il Canvas ci si accorge che ogni blocco è strategico e rinforza tutti gli altri rendendo il suo modello di business davvero potente. 

Fonte:

businessmodelgeneration.com

Published in Case Studies

RICEVI INFO E CONSIGLI UTILI PER INNOVARE IL TUO BUSINESS

About BMC.it

Il portale businessmodelcanvas.it è un progetto ideato e sviluppato da Beople SRL P.IVA 08529280961 Utilizza contenuti propri e adattati da fonti e materiali con licenza Creative Commons Share-Alike 3.0

il BMC è un modello tratto dal libro Business Model Generation

Ultime news

Contattaci

Vuoi innovare il tuo modello di business e organizzare un workshop all'interno della tua azienda?

Visita il nostro sito beople.it

beople

Sei qui: Home Displaying items by tag: tecnologia